meet me alla boa; Paolo Stella

recensione meet me alla boa paolo stella

Una chiamata cambia in un secondo tutta la vita di Franci. Una chiamata dal distretto di polizia di Parigi: la sua compagna, Marti, ha avuto un incidente.

«La chiamo perché abbiamo trovato questo numero sul cellulare di una ragazza qui a Paris; ha subito un incidente. La situazione è molto delicata. […]»

«È morta, vero?» Troppo silenzio. Lo senti subito quel troppo, è lucido come una lama.

«La situazione è critica.»

«È morta.»

«Mi dispiace molto. La aspettiamo qui, quando potrà.»

Inizia così un viaggio indietro nei ricordi che lo riporterà dall’incontro con Marti, fino al loro addio. continua a leggere

Come un’isola; MoniKa M.

recensione-come-un-isola-Monika-m

Lucrezia, affermata scrittrice di romanzi storici, si convince, in seguito a studi svolti sulle torture messe in atto dalla Santa Inquisizione, di serbare in sé ricordi di una vita precedente.
Bizzarre asserzioni che pronunciava da bambina la esortano a credere di esser stata, in un lontano passato, accusata di stregoneria.
Per scoprire la verità e riportare a galla quei ricordi dimenticate decide così di assoldare un moderno carnefice: Victor. Quel che non sa però è che lui ha in mente altro per lei. continua a leggere

Bianca come il latte rossa come il sangue; Alessandro D’Avenia

alessandro-d'avenia-scrittore

Bianca come il latte rossa come il sangue; Alessandro D’Avenia Casa Editrice: Mondadori Anno di Pubblicazione: gennaio 201o Genere: drammatico, sentimentale Numero di pagine:  254 Dove trovarlo:  Amazon Bianca come il latte rossa come il sangue è il romanzo di esordio dello scrittore Alessandro D’Avenia. È stato pubblicato per la prima volta nel 2010 dalla casa editrice Mondadori. Pochi anni dopo, nel 2013, il libro è stato trasformato in un’opera cinematografica, anche se la trama è stata trasformata. Trama La trama è ispirata ad una vicenda realmente accaduta ad una ragazza morta di leucemia, nella scuola in cui l’autore insegnava come supplente. Leo … continua a leggere

Curiosità: Bianca come il latte rossa come il sangue

curiosità-film

Curiosità: Bianca come il latte rossa come il sangue Bianca come il latte rossa come il sangue è il romanzo di esordio dello scrittore Alessandro D’Avenia. È stato pubblicato per la prima volta nel 2010 dalla casa editrice Mondadori. È diventato un film, pochi anni dopo, nel 2013, diretto da Giacomo Campiotti. Curiosità Vi lascio qualche piccolo dettaglio che nel film è solamente accennato, ma che permette di capire ancora meglio i protagonisti di questa storia. Se siete curiosi di sapere cosa cambia tra il romanzo e la versione cinematografica: cliccate qui. Leo paragona spesso i suoi capelli alla criniera di … continua a leggere

Hotel Mezzanotte; Michele Botton

recensione-hotel-mezzanotte

Trama: Otto storie per lo più di vita quotidiana, dove qualcosa non è come dovrebbe essere.
Abbiamo una bambina, travestita da zombie, la notte di Halloween che suona campanelli per il classico dolcetto-scherzetto, ignara del terribile segreto che nasconde. Una misteriosa e inquietante ragazza che inizia a fissare un povero malcapitato in un vagone del treno. Una cena familiare “molto” speciale. Un pallone da calcio maledetto che porterà alla rovina una famiglia con le sventure che causa. Una storia natalizia che dello spirito natalizio non ha proprio niente. C’è Lilith, l’emissaria della morte che si nutre della morte stessa. Ci sono Paolo e Michele che nella campagna padovana troveranno un uomo senza volto.
Storie con un finale a sorpresa, in cui la sorpresa non è mai allegra.
“Hotel Mezzanotte” di Michele Botton si presentava come una bella raccolta di storie dell’orrore, invece nei testi ho trovato molte cose che proprio non mi sono piaciute… Clicca per saperne di più. continua a leggere

Dal libro al film: Bianca come il latte, rossa come il sangue

copertina-post-film-bianca-come-il-latte-rossa-come-il-sangue

Dal libro al film: Bianca come il latte rossa come il sangue Bianca come il latte rossa come il sangue è il romanzo di esordio dello scrittore Alessandro D’Avenia. È stato pubblicato per la prima volta nel 2010 dalla casa editrice Mondadori. È diventato un film , pochi anni dopo, nel 2013, tratto dall’omonimo romanzo, diretto da Giacomo Campiotti. Differenze Come ho detto nella recensione, sono state cambiate moltissime cose, alcune mi trovano d’accordo, altre invece mi sono sembrate un po’ esagerate e senza un vero scopo. Come se servissero a far sembrare il film più “figo”. Iniziamo! Il supplente è di … continua a leggere

Stanze di carne; Alessio Gradogna

stanze-di-carne-alessio-gradogna

Trama: Francia, dintorni di Lione. Una grande casa in mezzo al bosco, nascosta agli occhi del mondo, appartenente a un misterioso uomo che nessuno ha mai visto. Un luogo quasi magico, dove gli ospiti, in fuga dalle difficoltà della vita, possono godere di una libertà senza limiti. Un’oasi di pace, in cui il piacere della carne sopravanza ogni barriera imposta dalla società, e il sesso è vissuto nel pieno e assoluto godimento reciproco.
Vincent, su consiglio dell’amico Leo, abbandona un matrimonio senza più alcun sentimento e raggiunge la casa, lasciandosi cullare dalle gioie di questo meccanismo straordinario e perfetto.
Poco alla volta, però, il protagonista si rende conto di come la libertà debba per forza avere un alto prezzo da pagare; il prezzo dell’orrore, e di una scelta da cui non si potrà più tornare indietro.
Nonostante la trama possa sembrare l’incipit di un interessante romanzo del terrore dallo sviluppo interessante e intrigante, la storia prende una piega poco realistica, per com’è trattato l’argomento principale, il sesso. Il risvolto horror inoltre non arriva mai, anche se ci si spera fino alla fine.
Per saperne più nel dettagli leggete l’articolo completo. continua a leggere

L’ultimo Paleologo; Emanuele Rizzardi

recensione-ultimo-paleologo-rizzardi

1453, Ancona. Quattro galee italiche prendono il mare per soccorrere Costantinopoli, assediata dal geniale e terribile sultano Maometto II.
Chi le comanda è Alessio, bastardo della casata dei Paleologi, di ritorno a casa dopo un lungo esilio a causa di un turpe delitto. Dopo aver umiliato le navi dell’ammiraglio turco Baltoglu, Alessio sperimenta la durezza dell’assedio e gli attriti fra occidentali e bizantini in una città agonizzante e prossima alla capitolazione.
Si tratta del primo romanzo di Emanuele Rizzardi, intitolato “L’ultimo Paleologo”, pubblicato nel 2017. La sua storia è nata dalla passione per la storia che accompagna l’autore fin dall’infanzia.
L’interesse per la storia viene portato avanti da autodidatta e per la creazione del libro si è formato su saggi storici sia contemporanei che non. Nella vita, però, lavora come professionista del marketing nel settore informatico, ma con la speranza di continuare a scrivere. continua a leggere

Diphylleia; Valentina Bonci

recensione-diphylleia-bonci

Diphylleia è un romanzo auto-pubblicato di Valentina Bonci. Si tratta del primo libro della giovane autrice, di soli ventun’anni.
Aiyana è stata tre mesi in coma, qualcuno l’ha picchiata fino a ridurla così.
Quando si sveglia non è più nessuno, i suoi ricordi sono andati persi, ma Ben, l’infermiere che l’ha seguita in ospedale, le assicura che è una condizione temporanea che con l’aiuto di sua nonna tornerà a ricordare la sua vita.
Si trasferisce a casa di sua nonna Karla e pian piano le racconta come sia finita lì, ma decide di alterare un po’ la verità…
Purtroppo per quanto la trama possa sembrare interessante, la resa non è riuscita minimamente, sono stati banalizzati avvenimenti gravi, come la violenza domestica o il coma. Sembra che l’autrice nemmeno sappia di cosa stia parlando!
Tutta la vicenda è completamente irrealistica e senza senso, senza considerare gli errori presenti nel testo… continua a leggere

Vite incrociate; Paolo Montalto

paolo-montalto-vite-incrociate-recensione

Vite Incrociate è il primo libro di Paolo Montalto, gastroenterologo di Montecatini, nel quale troviamo raccontata una parte della sua esperienza medica, ancora studente, tramite le esperienze di vari pazienti che hanno avuto bisogno di un trapianto di fegato.
I vari episodi della sua vita, prima di arrivare ai pazienti, non sono molto approfonditi. Personalmente da lettrice ne volevo sapere di più, quindi rimanevo un po’ delusa alla fine del capitolo.
Andando avanti, però, mi sono ricreduta. Montalto è riuscito a trasmettere in breve e in modo molto coinciso la sua esperienza con le persone che ha avuto in cura.
Si tratta veramente di poche pagine quelle che dedica a ciascuno, ma in quel breve periodo riesce a trasmettere bene sia la situazione, sia le caratteristiche delle persone coinvolte.
Se ci pensiamo, tra l’altro, è proprio quello che succede ai medici, agli operatori sanitari e alle figure professionali in genere. Si hanno solo alcuni incontri con quelle persone, ma a volte, riesci davvero a conoscere quelle persone. continua a leggere