Il più grande spettacolo della terra di Richard Dawkins

recensione-il-più-grande-spettacolo-della-terra

In questa sua opera Richard Dawkins ritorna a puntualizzare come non sussistano prove a favore delle teorie creazioniste, sostenute da gran parte delle istituzioni e delle associazioni religiose di stampo Cristiano.

Dawkins non solo mostra le prove fossili dell’evoluzione, ma offre al lettore la possibilità di capire come con il semplice studio del DNA sia oramai possibile vedere con i propri occhi quello che egli definisce “l’albero della cuginanza” ovvero la parentela tra tutti gli esseri viventi.

Un bellissimo esempio mostrato da Dawkins è l’albero della vita di David M. Hillis, nel quale sono presenti le relazioni tra 3.000 specie viventi (stimate però a circa 10 milioni).

Dawkins chiarisce anche come l’espressione “anello mancante”, sia una trovata dei primi anti-evoluzionisti che o non avevano compreso l’evoluzionismo o hanno voluto diffondere delle semplici falsità.

Il darwinismo non sostiene, infatti, una discendenza dell’uomo dalla scimmia.

Queste due forme viventi discendono entrambe da un antenato comune, che non era né un uomo né una moderna scimmia.

Con l’espressione “anello mancante”, i primi anti-darwinisti solevano indicare la mancanza di resti fossili di un intermedio tra le scimmie e l’uomo.

Come detto sopra, tale intermedio non poteva essere trovato in quanto, come sosteneva Darwin, scimmie e uomo sono solo cugini, e nella storia evolutiva si sono separati 6 milioni di anni fa, derivando entrambi dallo stesso progenitore. continua a leggere

La metà scomparsa di Brit Bennett

recensione-la-metà-scomparsa-brit-bennett

Mallard, un paesino della Louisiana talmente sperduto da non comparire nemmeno sulle mappe.

Si tratta di un enclave particolare, creata da una comunità di neri dalla pelle chiara: persone che non sarebbero mai state accettate dai bianchi, ma stanche di essere trattati come neri.

Desiree Vignes, una delle due gemelle nate a Mallard, ma scappate all’età di quattordici anni, ritorna sui suoi passi, ma insieme a lei, al posto di sua sorella Stella, c’è sua figlia June: una bambina dalla pelle nerissima che non può passare inosservata e tanto meno venire accettata in un luogo come quello.

Desiree e Stella erano gemelle inseparabili, ma qualcosa era cambiato dopo che avevano lasciato Mallard. continua a leggere

Il mestiere di scrivere di Luisa Carrada

parliamone-il-mestiere-di-scrivere-luisa-carrada

Luisa Carrada è una editor, business writer che si occupa di redigere e curare blog e gestisce laboratori di scrittura professionale, sia in cartaceo che in digitale.

Oltre a essere la creatrice del suo blog Il mestiere di scrivere, sito che ha dato il nome anche al libro di cui parleremo oggi.

Il mestiere di scrivere – La parole a lavoro, tra carta e web, uscito nel 2008, si colloca a metà tra il saggio e il manuale, va a raccontare come la scrittura stava cambiando in relazione al web, ma soprattutto spiegando come usarla a proprio vantaggio.

Il libro, infatti, spiega quali sono i vari strumenti aziendali di comunicazione scritta e come possono essere utili, in riferimento al mezzo in cui si sarebbero trovati: internet. continua a leggere

Il mio cuore cattino di Wulf Dorn

recensione-il-mio-cuore-cattivo-dorn

Dorothea ha appena perso suo fratello minore.
É stata lei a trovare il corpo e, dopo il trauma, Dorothea ha completamente rimosso l’intera nottata che ha preceduto l’incidente.
L’unico brandello di memoria: una telefonata che l’ha completamente sconvolta
Dopo l’incidente, Doro inizia a venire perseguitata dalla visione del suo fratellino fino ad avere bisogno di un ricovero nel reparto psichiatrico… continua a leggere

La cacciatrice di Kate Quinn

recensione-la-cacciatrice-kate-quinn

La chiamano die Jägerin, «la Cacciatrice», la più spietata assassina del Reich.

Nessuno conosce il suo vero nome e chiunque l’abbia incontrata non è sopravvissuto per raccontarlo.

Tranne Nina.

Soldato speciale dell’esercito sovietico, Nina è riuscita a sfuggirle, ma non ha mai dimenticato ciò che ha perso quella notte. Da allora, non ha fatto altro che scappare.

Ora però le cose sono cambiate. Ora che la guerra è finita, la Cacciatrice è diventata preda e, ben presto, Nina avrà la sua vendetta…

Non è stato facile per Jordan accettare che suo padre si risposasse, per di più con una vedova di guerra, sbarcata negli Stati Uniti dalla Germania senza denaro né documenti.

Eppure, adesso che il gran giorno è arrivato, è felice che quella donna premurosa e sensibile sia entrata nella loro vita.

Ma, mentre ammira il bouquet, Jordan si accorge di un dettaglio stonato, nascosto tra i fiori: una Croce di Ferro, una delle più alte onorificenze conferite dal regime nazista.

Sebbene accetti la spiegazione che quell’oggetto sia semplicemente un ricordo del defunto padre, una voce dentro di lei le suggerisce che la dolce Anneliese potrebbe non essere affatto chi dice di essere. continua a leggere

Horrorstör di Grady Hendrix

recensione-grady-hendrix-recensione

Ci troviamo a Cleveland in Ohio, nel superstore di mobili scandinavi Orsk. 

Amy sta evitando il suo superiore, Basil, convinta che il licenziamento si avvicini.

Quando riesce a raggiungerla, però, il suo capo vuole offrirle una possibilità.

A Orsk stanno succedendo delle stranezze: mobili a pezzi, bicchieri in frantumi, divani letto vandalizzati e vendite in calo.

Basil vuole che Amy, insieme a lui e a una collega fidata, passi una notte nel negozio per scovare il malfattore che si nasconde dopo l’orario di chiusura… continua a leggere

Odio gli uomini di Pauline Harmange

parliamone-paulene-harmange-odio-gli-uomini

Odio gli uomini è un librettino di Pauline Harmange, pubblicato da una piccola casa editrice francese alla fine del 2020.

Il pamphlet è stato al centro di polemiche quando Ralph Zumély, uno dei consiglieri al ministero della parità in Francia, lo ha tacciato di istigare l’odio che lo hanno poi reso noto in tutto il mondo.

In Italia è stato portato da Garzanti nel febbraio del 2021. continua a leggere

Quando cadono gli angeli – Tracy Chevalier

tracy-chevalier-quando-cadono-gli-angeli-recensione

La Regina Vittoria è appena morta, il popolo inglese si riunisce nei cimiteri, coi loro abiti e completi neri.

Kitty Coleman, però, spicca col suo vestito blu notte, che fa pendant coi sentimenti che prova verso l’ascesa al trono di Edoardo, sovrano molto più vicino alle innovazioni che si respirano nell’aria.

Nella tomba accanto a quella dei Coleman, rifinita con una sobria urna, è stata posizionata un enorme statua di un angelo, che fa storcere il naso a Richard.

Anche i proprietari dell’angelo, i Waterhouse, trovano pacchiana l’urna scelta dai dirimpettai.

Le due bambine, Maude Coleman e Lavinia Waterhouse, però fanno amicizia, costringendo le due famiglie ad avere a che fare l’una con l’altra anche fuori dal cimitero… continua a leggere

Fame – Roxane Gay

parliamone-fame-roxane-gay

Fame – Storia del mio corpo è un memoir nel quale Roxane affronta il suo corpo, vero e proprio protagonista dell’intero libro. 

Parla di ciò che l’ha portata a rendere tale il proprio corpo, delle violenze subite e delle strategie che ha messo in atto per fronteggiarle, ma che si sono rivelate un’arma a doppio taglio.

Affronta i suoi sentimenti verso il proprio corpo e anche quelli che prova la società in relazione a lei, ma soprattutto in relazione al suo corpo.

Si sente forte, ma allo stesso tempo intrappolata in una gabbia. La fame che Roxane Gay sente è qualcosa di incontrollato, subito, ma allo stesso tempo è ciò che le dà la forza per andare avanti, scrivere, lavorare e mostrarsi al mondo fiera di quello che è. continua a leggere