La gabbia dorata – Camilla Läckberg

recensione-la-gabbia-dorata

Faye è una donna che ha tutto, un marito influente, a capo di un’azienda di successo, una magnifica figlia e una casa stupenda. La vita perfetta che tutti vorrebbero avere.

Si tratta solo di una gabbia dorata. Faye ha rinunciato ai suoi studi per permettere al marito di far partire l’azienda, al lavoro per prendersi cura della casa e della figlia.

Quando scopre che suo marito Jack la tradisce, Faye cerca di fare di tutto per salvare la famiglia, ma lui la lascia, lasciandola senza nulla.

Faye era la migliore del suo corso all’università e non può accettare di essere schiacciata così, dopo tutto quello che ha fatto. Parte così il suo piano per avere vendetta… continua a leggere

Te la sei cercata; Louise O’Neill

recensione-te-la-sei-cercata

Per Emma O’Donovan sentirsi speciale è fondamentale, perché lei è speciale. Nella sua cittadina di provincia, fin da quando era una bambina, tutti le hanno sempre detto quanto fosse bella e brava e Emma si impegna affinché tutti la pensino così anche adesso che frequenta il liceo.
Uscire coi ragazzi e finirci a letto è normale, tutti d’altronde la desiderano, l’importante è fare finta di niente la mattina dopo, fino a quella serata. La mattina dopo non si ricorda niente, ma come ricordi ci sono le foto che sono finite in rete e che tutti quanti hanno visto. 
Emma è una troia, una puttana, una sgualdrina. Da quella notte il suo corpo non è più suo e lei vorrebbe solo che tutto tornasse come prima, ma non è possibile. continua a leggere

Ragazze elettrice; Naomi Alderman

recensione-ragazze-elettrice

Trama: Naomi Alderman immagina un mondo dominato dalle donne, in cui gli uomini sono ridotti in semischiavitù.
Le ragazze adolescenti hanno infatti sviluppato una sorta di energia elettrica capace di fulminare chiunque cerchi di molestarle.
Quattro personaggi ci guidano tra i diversi scenari sociali, politici, mediatici e confessionali che il rivoluzionario ribaltamento delle gerarchie e dei rapporti di genere ha innescato, raccontandoci come la diffusione della scintilla del potere femminile sia rapidamente degenerata nella depravazione.
Le donne ora distruggono, violentano, seviziano e uccidono proprio come prima di loro avevano fatto gli uomini. Questa è l’atroce verità.
L’universo distopico di Alderman, infatti, cresce e si sviluppa attorno ad una questione attualissima e disturbante: perché le persone, al di là del sesso e della razza, abusano del potere? continua a leggere

Solo per sempre tua; Louise O’Neill

recensione-solo-per-sempre-tua-o'neill

Trama: freida ha sempre vissuto all’interno della scuola, come tutte le altre ragazze, chiamate Eva.
Sta per compiere sedici anni e deve essere scelta da un uomo per diventare una Compagna o una Concubina.
Altrimenti potrà diventare una Casta a cui sarà affidato l’importante compito di formare le future allieve della scuola.
Essere scelta è fondamentale ed essere scelta come Compagna dell’uomo più in alto nella graduatoria maschile lo è ancora di più.
Per freida inizia un periodo molto stressante, essere belle e perfette è tutto. Bisogna tenere sotto controllo il peso, anche un grammo di più viene notato da tutte le altre ragazze, ma anche essere troppo magre non piace.
In più freida non riesce a dormire e delle potenti occhiaie iniziano a segnare il suo bel viso, facendole avere un aspetto trascurato che non passa di certo inosservato.
La sensazione di non essere mai abbastanza l’attanaglia, soprattutto da quando la sua migliore amica isabel sembra aver smesso di interessarsi a lei.
L’intento di questa trama sono palesi, ma la realizzazione è stata all’altezza?
Aprite l’articolo per conoscere la mia opinione su questo romanzo, continua a leggere