Dal libro al film: La Compagnia dell’Anello (Libro Primo)

dal-libro-al-film-la-compagnia-dell'anello-libro-primo

Il Signore degli Anelli (The Lord of the Rings) è stato scritto tra il 1937 e il 1949 da J.R.R. Tolkien.

Si tratta di un’opera unica, una storia suddivisa in sei libri, ma che è stata pubblicata in tre volumi, tra il 1954 e il 1955: La Compagnia dell’Anello, Le due torri e Il ritorno del re.

Nonostante questa trilogia sia la più famosa, la storia continua da dove si è interrotto Lo Hobbit del 1937.

Tra il 2001 e il 2003 escono le tre trasposizioni cinematografiche dei tre libri che compongono Il Signore degli Anelli.

Qui vedremo tutte le differenze tra il film e il libro della Compagnia dell’Anello (Libro Primo) continua a leggere

Il Re delle cicatrici di Leigh Bardugo

recensione-il-re-delle-cicatrici

Nikolai Lantsov, dopo gli avvenimenti che hanno sconvolto Ravka e messo in pericolo l’intera popolazione Grisha, è finalmente salito al trono.

Il compito, però, risulta ancora più difficile del previsto.

La nazione di Fjerda spinge sui confini nord, mentre Shu Han preme da Sud, schiacciando Ravka verso un conflitto che non vuole intraprendere.
Anche i paesi alleati sono venuti a chiedere il conto: Ravka si ritrova in mezzo alla rivalità tra Kerch e Novyi Zem, senza poter scegliere con quale delle due schierarsi.

I problemi a Ravka non finiscono mai, infatti, Nicolai era stato infettato dall’Oscuro e, di notte, un mostro d’ombra prende il sopravvento sulla sua coscienza, scappando dal palazzo e mettendo in pericolo le città vicine.

A sostenerlo nei suoi nuovi compiti, il suo generale a capo del Secondo Esercito, Zoya Nazyalensky, e il triumvirato Grisha a cui prendono parte anche David e Genya.

Nina, nel frattempo, è tornata a Ravka, rientrando nel Secondo Esercito ed è stata mandata a Fjerda sotto copertura per raccogliere informazioni e far scappare più Grisha possibile dallo stato nemico. continua a leggere

Nevernight – Alba Oscura (3) di Jay Gristoff

recensione-nevernight-3-alba-oscura-i-jay-kristoff

Il piano di Mia per assassinare Duomo e Scaeva ha funzionato e Mia è riuscita a scappare dal palco dei Grandi Giochi.

Mia ha vinto, dopo anni di preparazione, finalmente è riuscita a vendicarsi per la sua famiglia.

Quello che Mia ancora non sa è che faceva tutto parte del piano di Scaeva: quello che ha pugnalato al cuore è solo un sostituto.

Mia si ritrova intrappolata nella città di ossa, Mercurio è stato fatto prigioniero dalla Chiesa Rossa e ogni speranza sembra sfumare.

Mia è sfinita dai grandi giochi, accerchiata dai nemici e ancora non ha scoperto il terribile segreto nascosto sotto la città.

Un segreto che la riguarda in prima persona e che cambierà completamente il corso della sua vita… continua a leggere

Il destino di una fata di Elisabetta Gnone

recensione-il-destino-di-una-fata-elisabetta-gnone

Il nostro ritorno a Fairy Oak questa volta è diverso dal solito: non siamo guidati da uno dei protagonisti della storia, ma è l’autrice in persona che ci racconta alcuni degli avvenimenti a cui non avevamo mai assistito.

Ci svelerà segreti che solo lei sa dei personaggi che abbiamo imparato a conoscere negli anni, ripartendo proprio dall’inizio di questa storia: l’arrivo di Felì a Fairy Oak e la nascita di Vaniglia e Pervinca continua a leggere

Nevernight – I Grandi Giochi (2) di Jay Kristoff

recensione-nevernight-2-i-grandi-giochi-jay-kristoff

Dopo la quasi disfatta della Chiesa Rossa, il Signore delle Lame, in persona aveva battezzato Mia Corvere, appena prima di perdere la sua stessa vita.

La sua posizione all’interno della congrega di assassini, però, è fragile, molti Shahiid della Chiesa non sono d’accordo con la sua presenza, ma devono accettarla a seguito delle grosse perdite subite.

Durante una missione, però, Mia si ritrova a dubitare dell’operato della Chiesa Rossa, ormai completamente corrotta dal denaro e dal potere.

Fedele solo alla sua promessa di vendetta, Mia si dedica alla sua missione che la porterà, schiava, in una scuderia di gladiatii ad addestrarsi per partecipare ai grandi giochi di Goodgrave… continua a leggere

La storia perduta di Elisabetta Gnone

recensione-la-storia-perduta

Torniamo nel villaggio delle gemelle Vaniglia e Pervinca Periwinkle.

Questa volta, però, non sarà Felì a farci da narratrice, bensì proprio Pervinca e Vaniglia ormai nonne che si guardano indietro e ripensano alla loro infanzia.

In particolare, torniamo in quello che verrà ricordato come l’anno della balena.

I giovani abitanti di Fairy Oak sono alle prese con un noioso insegnante di storia, ma vengono salvati dalla sua assenza dalla scuola e dalla sua sostituzione.
La nuova maestra, per movimentare un po’ le cose, assegna a tutti il compito di disegnare i propri alberi genealogici per scoprire chi ha fondato davvero la città: i magici della luce? Del buio? O i non magici?

Mentre scavano nel passato, i ragazzi fanno una scoperta strabiliante.

Una leggenda narra che a Fairy Oak era arrivata una balena e che sarebbe tornata ogni duecento anni.

Quanto tempo è passato dalla sua comparsa?

Riusciranno a vederla anche loro? continua a leggere

Nevernight – Mai dimenticare (1) di Jay Kristoff

Nella Repubblica di Itreya, Mia Corvere ha solo dieci anni quando perde tutta la sua famiglia, costretta ad assistere alla morte del padre, giustiziato per aver tramato alle spalle del Console Scaeva.

Sei anni dopo Mia è cresciuta insieme al suo desiderio di vendetta.

Per ottenerla, però, Mia dovrà entrare a far parte della Chiesa Rossa, la più pericolosa congrega di assassini dell’intera repubblica.

Le lezioni che precedono l’iniziazione sono dure solo pochi sopravvivono e ancora meno novizi potranno essere nominate Lame. continua a leggere

La Nona Casa – Leigh Bardugo

la-nona-casa-libro-1-recensione

Alex Stern è una matricola di Yale, ma è una matricola speciale: l’unica a non aver mai conseguito un diploma.

Alex è lì per una sua dote peculiare: vedere i Grigi.

New Haven, e la stessa Yale, sono un nodo di magia in cui sono nate otto case: le Case del Velo.

In questi luoghi le relative società segrete eseguono riti in grado di manovrare le sorti del mercato, della borsa e manovrano il successo delle più importanti società esistenti.

Questi riti rischiano di avere effetti collaterali molto pericolosi e dopo svariati incidenti è nata la Nona Casa, la Lethe, il cui compito è quello di controllare i riti e il rispetto delle regole da parte delle altre Case.

Alex viene trovata dal rettore in ospedale: unica sopravvissuta si un terribile omicidio in cui ha perso sia la sua migliore amica, sia il suo ragazzo.

Alex si è sempre sentita diversa e finalmente potrà indagare sul motivo per cui lei possa vedere i fantasmi. continua a leggere

Dal libro alla serie: Tenebre e ossa – Stagione 1 (Puntata 5)

tenebre-e-ossa-stagione-1

Alina Starkov è solo un’orfana, cresciuta nel palazzo di un ricco possidente insieme ad altri bambini orfani come lei; come Mal, il suo migliore amico e per il quale prova dei sentimenti.

Il loro paese, Ravka, è in guerra da talmente tanto tempo che è diventata la normalità, e come molti altri loro connazionali Mal e Alina entrano nell’esercito.

Il loro reggimento dovrà attraversare la Faglia d’Ombra, una striscia di oscurità impenetrabile che spezza il paese in due, indebolendolo ulteriormente. Al suo interno vivono dei mostri spaventosi, i volcra: essei ciechi e voraci.

Quando la spedizione viene attaccata, Alina si fionda a salvare Mal; proprio in quel momento Alina scopre dentro di sé un potere sconosciuto: una luce accecante riverbera da lei, salvando non solo Mal e la sua stessa vita, ma anche gli altri uomini della spedizione.

A Ketterdam ciò che viene venerato è il commercio, non c’è niente che non possa essere comprato e Kaz Brekker lo sa bene. Kaz, conosciuto anche come Manisporche, è un ladro spiegato che gestisce traffici illeciti e bische clandestine. In pochi anni è diventato il braccio destro di uno dei capi della banda dei Corvi, una delle bande del Barile, il quartiere più malfamato della città.

Un giorno, Brekker viene avvicinato da uno dei più ricchi e potenti mercanti della città e gli viene proposta una missione folle… continua a leggere

Recensione: Tenebre e ossa – Stagione 1

tenebre-e-ossa-stagione-1

Alina Starkov è solo un’orfana, cresciuta nel palazzo di un ricco possidente insieme ad altri bambini orfani come lei; come Mal, il suo migliore amico e per il quale prova dei sentimenti.

Il loro paese, Ravka, è in guerra da talmente tanto tempo che è diventata la normalità, e come molti altri loro connazionali Mal e Alina entrano nell’esercito.

Il loro reggimento dovrà attraversare la Faglia d’Ombra, una striscia di oscurità impenetrabile che spezza il paese in due, indebolendolo ulteriormente.

Al suo interno vivono dei mostri spaventosi, i volcra: esseri ciechi e voraci.

Quando la spedizione viene attaccata, Alina si fionda a salvare Mal.

Proprio in quel momento Alina scopre dentro di sé un potere sconosciuto: una luce accecante riverbera da lei, salvando non solo Mal e la sua stessa vita, ma anche gli altri uomini della spedizione.

A Ketterdam ciò che viene venerato è il commercio, non c’è niente che non possa essere comprato.

Kaz Brekker lo sa bene. Kaz, conosciuto anche come Manisporche, è un ladro spiegato che gestisce traffici illeciti e bische clandestine.

In pochi anni è diventato il braccio destro di uno dei capi della banda degli Scarti, una delle bande del Barile, il quartiere più malfamato della città.

Un giorno, Brekker viene avvicinato da uno dei più ricchi e potenti mercanti della città e gli viene proposta una missione folle… continua a leggere