Recensione: Racconti del terrore di Edgar Allan Poe

recensione-racconti-del-terrore-Alla-Poe

Recensione: Racconti del terrore di Edgar Allan Poe

Pubblicazione: 2017
Casa editrice: Mondadori
Genere: raccolta di racconti horror
Pagine: 379
Dove trovarlo: Amazon, Feltrinelli, Mondadori, Ibs, Il Libraccio

Edgar Allan Poe è stato uno scrittore, poeta, critico letterario, editore e saggista statunitense, passato alla storia principalmente per i suoi racconti horror, gotici.

I racconti sono stati pubblicati negli anni ’40 dell’Ottocento in varie raccolte.

Trama

Di solito questo trafiletto è dedicata alla trama del romanzo, ma qui, per ovvie motivazioni, non potrei racchiudere ogni singolo racconto, perciò vi lascio i titoli dei racconti che potete trovare in questa raccolta, così potete decidere se comprare questo o qualche altra raccolta.

  • Metzengerstein
  • Manoscritto trovato in una bottiglia
  • L’appuntamento
  • Berenice
  • Morella
  • Ombra
  • Silenzio
  • Ligeia
  • La rovina della casa degli Usher
  • William Wilson
  • L’uomo della folla
  • Una discesa nel Maelstrom
  • Eleonora
  • Il ritratto ovale
  • La maschera della Morte Rossa
  • Il pozzo e il pendolo
  • Il cuore rivelatore
  • Il gatto nero
  • La cassa oblunga
  • Il seppellimento prematuro
  • Il demone della perversità
  • La verità sul caso di mister Valdemar
  • Hop-Frog

Commenti e critiche

Avevo già letto uno dei racconti più famosi di Allan Poe, ovvero Il pozzo e il pendolo e ho scoperto che è uno dei più angoscianti e vicini ai gusti moderni per quanto riguarda i racconti horror.

Lo stile di Edgar Allan Poe, dal mio punto di vista, è molto pesante e poco descrittiva.

Si dà ampio spazio al monologo dei protagonisti attraverso cui conosciamo la vicenda, senza esplorare troppo i sentimenti degli attori in scena, o l’ambiente in cui si svolge la storia e non viene creata l’atmosfera.

Questo ha reso la lettura poco scorrevole, ma soprattutto poco emozionante.

Ormai siamo abituati alle storie horror, per cui abbiamo bisogno sempre di maggiori stimoli per riuscire a suggestionarci.

Probabilmente questi racconti funzionavano nell’800, oggi è difficile che ci colpiscano.

Ci vuole una buona forza di volontà per leggere queste storie.

Non è tanto l’idea della storia a non essere inquietante, ma proprio il modo in cui queste ci vengono raccontate.

Lo dico perché di recente su Netflix è uscita la serie tv La caduta della casa degli Usher che è formata proprio da un insieme di storie di Edgar Allan Poe.

In particolare sono stare prese le idee e riarrangiate per creare i singoli episodi, che rispecchiano maggiormente il gusto moderno.

In conclusione

Se mi seguite da un po’, sapete che non vado pazza per i classici, di solito preferisco ascoltarli, ma in questo caso vengono letti da una voce che cerca di essere molto inquietante e, secondo me, esagerata.

Ve lo consiglio? Lo sconsiglio?

La verità è che non lo so.

Potrebbero piacervi tantissimo come potrebbero risultarvi molto pesanti, la verità è che dipende tutto da voi.

Un consiglio, però, ve lo do: se vi state annoiando, potete passare al successivo senza sentirvi in colpa.

Ditemi che cosa ne pensate.

Potete leggere anche:
L’incubo di Hill House di Shirley Jackson
Horrorstör di Grady Hendrix
La Saga di Blackwater di Michael McDowell

Se l’articolo vi sembra interessante, condividetelo e commentate, e per non perdervi altri contenuti seguitemi su YoutubeFacebookInstagram, su TikTok sugli altri social che trovate sulla destra o in alto!

Vi lascio anche la mia pagina Ko-fi e qui sotto trovate anche i miei link di affiliazione, se volete aiutarmi a sostenere questo progetto.

Alle.


recensione-racconti-del-terrore-Alla-Poe
Racconti del terrore – Amazon, Feltrinelli, Mondadori, Ibs, Il Libraccio

No votes yet.
Please wait...

Informazioni su Alle

Ciao, mi chiamo Allegra. Leggo da quando ho memoria, anche se, devo ammettere che inizialmente guardavo solo le figure. Alcuni anni fa ho creato Libri, Sogni e Realtà, un blog in cui parlare di libri, film e serie tv, principalmente che non mi sono piaciuti e in cui mostro le differenze di molte trasposizioni cinematografiche. Da pochi mesi ho aperto anche un canale Youtube in cui affronto argomenti simili.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *