Come le cicale – Fiore Manni

recensione-come-le-cicale

Recensione: Come le cicale di Fiore Manni

Casa Editrice: Rizzoli
Pubblicazione:
2021
Genere: romanzo per ragazzi
Pagine: 155
Dove trovarlo: Amazon, Feltrinelli, Mondadori, Ibs, Il Libraccio, Kobo

Conosciamo Fiore Manni come conduttrice di Camilla Store e successivamente come influencer e scrittrice.

Nel 2018 pubblica il suo primo libro, intitolato Jack Bennet e la chiave di tutte le cose, seguito l’anno successivo da Jack Bennet e il viaggiatore dai mille volti.

Insieme a Michele Monteleone ha pubblicato la grafic novel Mask’d. The divine children.

Distanziandosi dal fantasy, nel 2021 è uscito Come le cicale.

Trama

Teresa ha appena finito il primo anno delle medie.

A undici anni, Teresa si sente ancora una bambina, le piace giocare a calcio e non si preoccupa del suo aspetto, mentre le sue compagne già parlano di ragazzi e vestiti.

Si sente indietro, diversa dalle altre: ancora di più quando arriva al mare e conosce Agata.

Le sue amiche hanno tutte una cotta segreta, a lei invece non interessa nessun ragazzo del gruppo, neanche Tommaso, con il quale è cresciuta.

Agata, una ragazza dolce, simpatica e bellissima, fa scattare subito qualcosa in Teresa che vuole a tutti i costi essere la sua migliore amica, passare tutto il tempo con lei, ma anche qualcosa di più: le fa venire le farfalle nello stomaco…

Commenti e critiche

Ovviamente io non sono nel target del libro, non avendo più undici anni da un po’, ma il libro mi è piaciuto molto e ha risvegliato tanti ricordi.

Proprio perché si tratta di un romanzo per ragazzi la vicenda si sviluppa e si risolve in un centinaio di pagine, ma riuscendo a delineare perfettamente sia i personaggi principali, sia quelli secondari.

Elemento che non diamo più per scontato neanche nei romanzi di cinquecento pagine e dimostrazione che quando si sanno fare le cose, serve poco per creare qualcosa di veramente bello.

Come le cicale, però, non è solo una storia carina da leggere per passare quel paio d’ore, ma è anche utile, per il target a cui si rivolge.

È importate parlare di tematiche di diversità, nello specifico di omosessualità, il prima possibile.

Prima un bambino sente parlare e vede coppie lesbiche, omosessuali e via discorrendo, prima lo vedrà solo come un’altra possibilità, non come qualcosa che si discosta dalla normalità.

La società prevede che ci si consideri eterosessuali fino a prova contraria. Bisogna fare coming out solo se non si è etero perché quando cresciamo le persone intorno a noi danno per scontato che siamo etero.

E magari lo crediamo anche noi solo perché non ci siamo mai fatti la domanda giusta.

Creare questo tipo di storie, che siano romanzi, racconti, cartoni animati e serie tv permette ai ragazzi di vedere fin da subito un mondo più ampio e essere più liberi di esprimersi.

L’elemento magnifico di questa storia è che si tratta di una vicenda in cui ci si può rispecchiare chiunque, perché tutti a undici anni si possono sentire sbagliati, che sia perché ti piacciono le femmine o perché ancora giochi con le macchinine.

Infatti, Teresa racchiude tutte queste cose insieme. Da una parte scopre di provare sentimenti amorosi per una femmina e non per un maschio, dall’altra si sentiva già lontana dalle sue compagne per mille altri motivi.

Ci viene descritta come una ragazza a cui piace giocare coi maschi, che non bada tanto all’aspetto, ma allo stesso tempo si sente a disagio perché il suo corpo non è ancora così femminile.

In poche pagine Fiore è riuscita a creare un personaggio estremamente complesso, particolare, ma che parla a tutti.

Il finale non mi ha fatto impazzire, non voglio scendere ulteriormente nel dettaglio per evitare gli spoiler, ne parliamo più approfonditamente nel video:

In conclusione

Come le cicale è un romanzo leggero, ma profondo.

Se avessi letto questo romanzo nella prima adolescenza, lo avrei apprezzato molto.

Per questa recensione è tutto, se avete letto il libro scrivete qui sotto che cosa ne pensate. Ditemi cosa ne pensate qui sotto, oppure nella mia pagina Facebook o su Instagram.

Se ancora non mi seguite, andate subito a iscrivervi al canale Youtube!

Potete leggere anche:
Queenie – Candice Carty-Williams
Il museo delle promesse infrante – Elisabeth Buchan
La felicità del cactus – Sarah Haywood

Vi lascio anche la mia pagina Ko-fi e qui sotto, se siete masochisti, trovate anche i miei link di affiliazione, se volete aiutarmi a sostenere questo progetto.

Alle.




No votes yet.
Please wait...
Voting is currently disabled, data maintenance in progress.

Informazioni su Alle

Ciao, mi chiamo Allegra. Leggo da quando ho memoria, anche se, devo ammettere che inizialmente guardavo solo le figure. Alcuni anni fa ho creato Libri, Sogni e Realtà, un blog in cui parlare di libri, film e serie tv, principalmente che non mi sono piaciuti e in cui mostro le differenze di molte trasposizioni cinematografiche. Da pochi mesi ho aperto anche un canale Youtube in cui affronto argomenti simili.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *