Dal libro alla serie: Game of Thrones – Terza stagione (parte 1/3)

dal-libro-alla-serie-game-of-thrones-terza-stagione

Dal libro alla serie: Game of Thrones – Terza stagione
(Parte 1/3)

Siamo già alla terza stagione di Game of Thrones e al terzo libro de Le cronache del ghiaccio e del fuoco.

Andiamo con ordine e introduciamo per bene l’argomento: abbiamo già iniziato a vedere i primi capitoli del terzo libro parlando delle Differenze sulla seconda stagione.

Il volume tre è stato pubblicato nell’ottobre del 2000 ed è composto, questa volta, da tre libri: Tempesta di spadeI fiumi della guerraIl portale delle tenebre, usciti in Italia nel 2002 e 2003.

Parlando della serie televisiva della HBO, invece, la terza stagione è composta, ancora una volta, da dieci episodi ed è stata trasmessa per la prima volta nel 2013 negli Stati Uniti.



Sia la serie tv che i romanzi sono per ora incompiuti, per la prima, però, ci sono speranze. L’ottava e ultima stagione, infatti, è programmata per febbraio 2019. I due romanzi rimanenti, invece, continuano a essere posticipati.

Se ancora non avete visto le differenze della prima e della seconda stagione, andate subito! Ora, su, sono qui sotto:
Prima stagione (parte 1/3)
Seconda stagione (parte 1/3)

Premessa importante

Nella prima parte della prima stagione  ho scritto tutte le premesse del caso, vi rimando al link per leggerle tutte, ma quelle più importanti le ripetiamo.

Il risultato dei primi articoli, della prima stagione, forse, non è comprensibile al 100%, quindi cercherò di fare meglio. Per cercare di creare articoli più comprensibili per chi ha visto solamente la serie tv, ho seguito gli spostamenti tra i vari personaggi che vediamo nella puntate, alcune volte vi segnalerò, quindi, che cosa accade nella serie a quel determinato personaggio, anche se non ci sono eccessivi cambiamenti rispetto al libro. Vi segnalerò, inoltre, se qualcosa nel romanzo accadrebbe prima o dopo rispetto alla serie.

Per tutte le altre premesse, vi rimando all’articolo sulla Prima Stagione.

Se notate errori nei nomi dei luoghi o dei personaggi, fatemelo notare.

Premessa importante di Martin

L’autore ci fa ovviamente notare che gli avvenimenti narrati succedono a personaggi che si trovano a distanza di centinaia o migliaia di miglia e che alcuni capitoli coinvolgono settimane intere, altri solamente qualche ora. I primi capitoli del terzo volume, infatti, non seguono quelli del secondo, ma sono contemporanei. Per questo motivo, nella serie tv, sono stati messi negli stessi episodi, come abbiamo già visto.

Vedremo che cosa ha combinato per il quarto e il quinto libro…

Differenze

Nel terzo libro delle Cronache del ghiaccio e del fuoco, i narratori sono:
-Stark: Catelyn, Arya, Sansa, Bran, Jon Snow
-Lannister: Tyrion, Jamie
-Daenerys Targaryen
-Davos Seaworth
-Samwell Tarly

Quando ho iniziato a leggere il primo libro, mi ero aspettata che arrivata a questo punto anche Margaery Tyrell avrebbe avuto una parte da narratrice… purtroppo, con mia enorme delusione, devo dirvi che non è così.

Come al solito, vi consiglio questo articolo se avete almeno visto tutta la terza stagione di Game of Thrones, altrimenti non capirete nulla, ma non farò spoiler sulle stagioni successive. O meglio, il terzo libro comprende anche l’inizio della quarta stagione e gli eventi non proseguono con le stesse tempistiche, quindi qualcosa dovrò dirvela, ma solo nella terza parte.

Non perdiamo altro tempo e andiamo a vedere subito il primo episodio.

Puntata 1 – Valar Dohaeris

La puntata inizia con Sam che scappa via e viene attaccato da un non-morto. Lord Mormont lo salva e gli chiede se abbia mandato i corvi.

Samwell

  • Come abbiamo visto nella terza parte della seconda stagione, quando il corno ha suonato tre volte, Sam era insieme a Chett che si era preso un colpo e se l’era fatta addosso.
    • Nel primo capitolo che vediamo di Sam in questo libro (che si trova solamente a pagina 300), scopriamo che Sam dice a Chett di aiutarlo con i corvi, ma l’altro attendente scappa via.
    • Nella serie vediamo Sam prendersi una sgridata per non aver fatto il suo lavoro, invece non è vero.
    • Oddio, i corvi li ha liberati, però, si è reso conto di non avervi legato nessun messaggio quando l’ultimo dei corvi era volato via… però Mormont non lo sgrida in questo frangente.
      • In più quando gli uccelli arriveranno al Castello Nero senza nessun messaggio, i Guardiani capiscono che deve essere successo qualcosa di grave, quindi ha un effetto comunque.

Jon

La terza stagione si apre con il nord, infatti, passiamo direttamente da Jon Snow, oltre la Barriera.

  • Nella serie è stato completamente eliminato, ma abbiamo già visto che anche Jon, come Bran, può fare i sogni di lupo.
    • Una moglie di lancia, infatti, sostiene che lui è un demone o qualcosa di simile.

  • terza-stagione-mance-e-jon-snowQuando entrano nella tenda di Mance, lui sta cantando e suonando il liuto, seduto a gambe incrociate per terra.
    • Nella tenda c’è anche una donna incinta, Dalla, che porta in grembo il figlio di Mance, e Valla, sua sorella. Ricordatevele, serviranno dopo.
  • Una volta finita la canzone, a prendere la parola non è Tormund, ma un uomo pelato e senza orecchie. L’uomo, però, non risponde come se comandasse davvero, nella serie, Tormund sembra proprio prendere il posto di Mance.
    • Jon non si inchina, come gli vediamo fare nell’episodio, lo chiama solo “maestà” e si domanda se debba inginocchiarsi oppure no, ma Mance prende la parola prima che possa farlo.

  • Mance e Jon vengono lasciati soli nella tenda, mangiano insieme e Mance gli racconta come mai avesse disertato i Guardiani della Notte (nelle curiosità) e dopo chiede a Jon quale sia la sua motivazione.
    • Non parlano di ciò che fa Craster con i suoi figli maschi. Non frega niente a nessuno della prole di quell’uomo, non capisco perché nella serie abbiano deciso di romperci così tanto le scatole con questa storia!
    • Jon per spiegare come mai abbia disertato gli ricorda dove stava seduto durante la cena in cui la famiglia reale era arrivata a Grande Inverno, ovvero in fondo all’aula, lontano dai suoi fratelli.
    • Il re oltre la barriera vuole anche sapere quanti siano i Guardiani della Notte ed è a questo punto che Jon gli racconta una colossale balla aumentando di parecchie centinaia il numero di uomini a guardia della Barriera.

Tyrion

castel-granito-tywin-lannisterAncora una volta vediamo una scena con delle tette completamente inutile e poi passiamo a Tyrion.

Avevamo lasciato Tyrion ancora avvolto dai fumi di latte di papavero, dopo essere stato quasi ucciso da un cavaliere della Guardia Reale..

  • Nella puntata lo vediamo ricevere la visita di Cersei, invece nel primo capitolo di Tyrion, nel romanzo, questo incontro non esiste e Tyrion, dopo aver parlato con Bronn e Podrick, si reca direttamente da lord Tywin a chiedere Castel Granito. Il momento è sempre presente in questa puntata, ma verso la metà. Lo scambio amorevole tra padre e figlio si svolge più o meno nello stesso modo.
  • Anche in video, Tywin gli dice che non vuole che Castel Granito diventi il suo bordello, ma nel romanzo, questa frase ha un senso con ciò che è appena accaduto.
    • Cersei, infatti, ha raccontato a Tywin della prostituta di Tyrion. Alayaya, non Ros che, ripeto, è un personaggio aggiunto. Comunque, Tyrion scopre che è stato lui, non Cersei a far frustare Alayaya. (Nella parte 3 della seconda stagione è spiegato meglio).
    • In questo frangente, Tywin gli chiede come si chiamasse la puttana che aveva sposato. La storia di Tysha viene tirata fuori molte più volte rispetto a quanto non venga fatto nella serie, vedremo perché è importante.

Davos

Per una volta, le scene che vediamo nella serie avvengono prima di quanto accada nel libro. Il primo capitolo di Davos, infatti, arriva solo fino a quando l’ex contrabbandiere viene ripescato dall’isola su cui era finito. Per vederlo parlare con Salladhor, dobbiamo aspettare molte pagine.

  • Davos non ha perso solo un figlio durante la Battaglia delle Acque Nere, ma tre.
    • Devan, quello che si vede nella serie è lo scudiero di Stannis, ed è ancora vivo, visto che si trovava con Stannis durante la battaglia.
  • Prima di andare da Salladhor, Davos dice all’uomo che lo ha salvato che deve andare da re.
    • Gli viene risposto che nessuno può andare da Stannis, che si è rinchiuso a Roccia del Drago con la Donna Rossa. Così viene portato prima da Salladhor che gli spiegherà tutto.
    • Il suo amico gli propone di abbandonare Stannis e navigare per lui, ma Davos è convinto che gli dei lo abbiano salvato perché deve aiutare l’unico vero re.
    • Davos crede che il compito che gli è stato dato dagli dei è quello di uccidere Melisandre.
    • Salladhor tenta di farlo desistere, perché non vuole vedere il suo amico al rogo, ma non c’è niente da fare.

Nella serie vediamo Robb Stark insieme a Roose Bolton che pianificano l’attacco ad Harrenhal. Abbiamo visto, nella seconda stagione, che Harrenhal è stato già preso da Roose Bolton, grazie ad Arya e, suo malgrado, Jaqen H’ghar.

Sappiamo, grazie a Tyrion, che Robb è a Duskendale, non ci metterà mai piede nella fortezza maledetta.

In questa puntata si vede per la prima volta Qyburn, che viene salvato dopo che Harrenhal è stata presa. In realtà, lui arriva ad Harrenhal con i Guitti Sanguinari (o Bravi Camerati, come vogliono essere chiamati loro).

Sansa

  • shae-sansa-stark-stagione-3Baelish non ha mai offerto a Sansa di portarla a casa e l’incontro che vediamo in questa puntata non esiste.
    • Sansa, come abbiamo già visto, parla solo con ser Dontos nel giardino degli dei.
    • Ditocorto non si metterebbe mai in una posizione così esposta. Finge di stare dalla parte dei Lannister, se si mettesse a parlare con Sansa, Cersei diventerebbe molto sospettosa.
  • Shae non è ancora l’ancella di Sansa e Ros non esiste, ma serviva un modo per aggiungere qualche dettaglio che altrimenti non avremo potuto avere nella serie.

Daenerys

Torniamo dalla nostra madre dei draghi.

Abbiamo visto, nella seconda stagione, che ha lasciato Qarth con tre navi mandate da magistro Illyrio, non derubando Xaro Xhoan Daxos. Insieme alle navi, magisto Illyrio aveva mandato anche due uomini, un eunuco di nome Belwas il Forte e il suo scudiero, un vecchio che si fa chiamare Arstan Barbabianca .

A capo delle navi c’è un pentoshi (ovvero abitante di Pentos, so che è scontato, ma io non l’avevo capito), di nome Groleo. Tenetelo a mente, perché rispunterà fuori e io ci ho messo pagine e pagine per capire chi fosse.

  • Nella serie, si sta dirigendo direttamente ad Astapor, per comprare il suo esercito. Nel romanzo, però, Illyrio l’aveva mandata a prendere per essere riportata a Pentos per poi dirigersi verso l’occidente.
  • Jorah non si fida di Arstan e di Belwas e sostiene che lei è una regina e per questo non deve seguire le direttive di Illyrio come se fosse ai suoi ordini.
    • Le suggerisce quindi di fare rotta verso la Baia degli Schiavisti, verso Astapor.
    • Le navi che Illyrio aveva mandato erano piene di merci preziose e può usare quelle per comprare mille Immacolati. Lei è la regina, quindi quei carichi le appartengono di diritto e dovrebbe poterli usare.
    • Così facendo può mettere alla prova gli uomini mandati da Illyrio per vedere se le sono veramente fedeli.
  • Jorah non dice a Daenerys di dimostrare la sua forza per avere un vero khalasar. Voglio dire, ha fatto rinascere tre draghi, buttandosi in una pira funeraria e uscendone viva. Direi che sia sufficiente.

daenerys-targaryen-feed-dragons

 

  • Durante il viaggio, Daenerys si impegna un minimo ad addestrare i draghi. Cosa che nella serie non vediamo praticamente mai.
    • C’è stato giusto una scena breve in cui ci hanno mostrato la parola che usa per fargli fare fuoco.

Davos

  • Arrivato a Roccia del Drago, gli uomini di guardia non lo vogliono far entrare perché non lo conoscono. Davos inizia a fare nomi, ma tutti gli uomini conosceva sono morti alle Acque Nere.
    • Alla fine gli permettono di entrare.
  • Nel cortile di Roccia del Drago incontra Shireen, insieme al suo giullare, Macchia e a un altro ragazzino, dai capelli neri e gli occhi blu.
    • E chi sarà mai? Edric Storm, il primogenito di Robert Baratheon, finalmente di persona. Quello per cui Stannis ha assediato Capo Tempesta.
    • Tra l’altro Robert andava spesso a trovarlo, gli ha insegnato a combattere e per il suo compleanno gli ha mandato una mazza da guerra a misura di ragazzino.
      • Insomma, è stato molto più amorevole con il suo primo bastardo che con Joffrey, anche se dopo Stannis ci dirà che a Robert piaceva più farli i figli che stargli dietro.

  • La Donna Rossa, come abbiamo visto, è molto brava a vedere la sua imminente morte nelle fiamme, infatti, Davos fa in tempo a scambiare appena un paio di convenevoli con Shireen ed Edric, che subito viene arrestato con l’accusa di voler accoltellare Melisandre con la sua daga.

A questo punto vediamo Margaery fare la benefattrice coi bambini poveri, mentre Joffrey la guarda allibito, temendo di prendere la peste.

Non vediamo neanche la cena con la regina, anche se ne avremo il piacere nel quarto libro, dove ci saranno dei capitoli di Cersei.


Daenerys

Ancora una volta, nel romanzo dovremmo aspettare molte centinaia di pagine per tornare a vedere la Regina dei Draghi. Nella serie, arriva ad Astapor nel tempo di uno starnuto.

Segno che le tempistiche nella serie sono ancora più sballate di quando già non siano nel romanzo.

  • Nel romanzo, è la stessa Dany a raccontare ciò che sta succedendo, quindi ci viene detto subito che è in grado di capire la lingua dello schiavista, ma che ha deciso di fingere per scoprire il suo gioco.
  • Missandei è una bambina di circa dieci anni.

  • I nomi degli Immacolati non sono fissi. Ogni giorno pescano un medaglione da una cesta con sopra un simbolo. Per quella giornata quel simbolo sarà il loro nome.
    • In questo modo perdono ancora più la loro identità di quanto non farebbero se gli fosse assegnato un altro nome.
    • Quando Daenerys li libera, dice loro che possono scegliere come chiamarsi. Verme Grigio, ad esempio, ha deciso di tenere quel nome perché era quello che gli apparteneva quando aveva riottenuto la sua vita.

ser-barristan-selmy-daenerys

  • Nella serie, Barristan Selmy arriva in questo momento. Ebbene, nel romanzo dove sia finito rimane un mistero ancora per moltissimo tempo, ma avrete già intuito, come molti lettori, che l’uomo che l’ha salvata dalla manticora quando erano ancora a Qarth, Arstan Barbabianca, non è altro che ser Barristan.
    • Ora, ser Barristan, essendo comandante della Guarda Reale, aveva un posto nel Concilio Ristretto, lo abbiamo visto durante la prima stagione.
    • Nella serie è stato eliminato per una valida motivazione: infatti, ser Barristan sa fin dall’inizio che era proprio Jorah l’informatore e che quindi aveva tradito Daenerys. Solo che nel romanzo non dice niente perché altrimenti il suo travestimento sarebbe saltato.
    • Nel romanzo, appena ser Barristan confessa la sua identità, infatti, rivela che cosa avesse fatto Jorah e Daenerys lo allontana dalla sua corte.
    • Nella trasposizione, Jorah riconosce subito ser Barristan e se avessero lasciato Selmy all’interno del Concilio Ristretto, sarebbe stato impossibile far rimanere ser Jorah al fianco di Daenerys.

Quindi, ricapitolando, ser Barristan è insieme a Daenerys da Qarth, tuttavia è sotto falso nome e scopriremo la sua vera identità solamente molto più avanti.

Puntata 2 – Ali oscure, oscure parole

Bran

Abbiamo visto che Bran è già insieme a Jojen e Meera, da quando ancora era a Grande Inverno.

Dopo che la fortezza è stata distrutta e loro sono usciti dalle cripte, Osha, Rickon e Cagnaccio sono andati in una direzione, mentre Bran, Jojen, Meera, Hodor e Estate si sono diretti a nord.

Nella serie, invece, Jojen, ovvero Thomas Brodie, arriva solo ora. Che voi siate maledetti per questa scelta che ha tolto metà stagione a Thomas! (Se avete letto Maze Runner – La rivelazione, sapete della mia imbarazzante fissazione per questo attore, perdonatemi).

In pratica Bran può entrare nel corpo di Estate e vedere attraverso lui, non ha molto senso che sogni di vedere Jojen.

Abbiamo visto che cosa è accaduto in realtà nella seconda stagione, andate lì se ancora non avete letto.

serie-3-got-jojen

Catelyn

Un sacco di scene grondanti miele di Robb e sua moglie che in realtà non esistono perché Catelyn si trova a Delta delle Acque. Quindi saltiamo tutto, grazie.

  • In questa puntata viene annunciata la morte del padre di Catelyn, in realtà nel libro, nel primo capitolo di Catelyn, vediamo lei che viene rinchiusa nelle stanze del padre.
    • Durante la febbre delira e dice alcune frasi strane, che vedremo nelle curiosità.
  • In questa puntata Robb le dice anche di cos’è successo a Grande Inverno. Le differenze le abbiamo viste nella seconda stagione, ma ricordo Catelyn ha già saputo che fine dovrebbero aver fatto Bran e Rickon e proprio per questo ha liberato Jaime.

Ed ecco che vediamo Theon. Tuttavia, nel romanzo, non abbiamo sue notizie per ben due libri. Infatti i suoi capitoli torneranno solamente nel quinto libro, che, però, come vicende è contemporaneo al quarto, vabbé lo vedremo. Nel romanzo non vedremo le torture che ha subito che avvengono in contemporanea agli avvenimenti della terza stagione. Credo, però, sia stato semplicemente tenuto in cella, per poi venir preso, torturato e poi riportato in cella. Non è rimasto appeso alla croce per tutto il tempo. Delle sue condizioni ne parleremo quando arriveranno i suoi capitoli.

Quindi: tutti i pezzi di Theon, in questa stagione, durante le torture, sono state aggiunte.

  • Più avanti nella puntata vediamo Robb che parla con Karkstark delle truppe di Edmure e che farebbero comodo a Robb. Però… le forze di Delta delle Acque erano già di Robb, visto che l’esercito del Nord come prima cosa che aveva fatto era stata proprio quella di liberare Delta delle Acque dall’assedio dei Lannister. Comunque nella serie non si era visto.

Jaime

  • Ser Cleos, Brienne e Jamie trovano una locanda sulla sponda del fiume.
    • Lì comprano tre cavalli, in cambio di dragoni e della barca, e proseguono via terra.
    • I proprietari della locanda si raccomandano di rimanere ben lontani dalla Strada del Re che è piena di lupi, leoni e bande di rapinatori. Si raccomandano anche di seguire il sentiero nei boschi.
    • Jaime aveva notato che nella stalla c’era troppo letame per soli tre animali e quando sono sulla strada, l’unico a voler seguire le istruzioni dei locandieri e Cleos. Brienne e Jaime pensano che sia una trappola. Cosa che scopriremo essere vera.

Non vediamo Joffrey parlare con sua madre,

Sansa

season-3-loras-sansa

  • Sansa ha una cotta per ser Loras, tuttavia, l’avvenente giovane è entrato a far parte della Guardia Reale e prima aveva prestato giuramento per la Guardia Reale di Renly.
    • Con quel giuramento, Loras rinuncia al suo titolo, alle sue terre e a prendere moglie. Poco importa nel romanzo, comunque, visto che Loras è il figlio minore di Casa Tyrell.
  • Il primogenito e Willas Tyrell, rimasto ad Alto Giardino. Dopo un incidente causato da Oberyn Martell durante un torneo è rimasto storpio, tuttavia, con tutta la sua eredità rimane un buon partito.
    • È proprio con Willas che Lady Olenna e Maergaery vogliono sistemare Sansa.

Catelyn

  • Nella puntata vediamo il viaggio di Robb e Catelyn verso Delta delle Acque. Capite anche voi che non è quello che accade nel romanzo, visto che Catelyn è ancora lì.
  • Prima che madre e figlio si ricongiungano, Catelyn dalle stanze di suo padre vede che molti Frey lasciano la fortezza e dai suoi che sente capisce che non lo fanno felicemente.

  • La morte di Hoster Tully, nel libro, dobbiamo aspettare per più di seicento pagine.
  • La scena in cui Edmure sbaglia a lanciare la freccia sulla barca che porta a largo il corpo di suo padre c’è anche nel libro, la reazione di Brynden, suo zio, però, è completamente diversa.
    • Al secondo tiro sbagliato, il Pesce Nero, capendo che il nipote è troppo agitato, si offre gentilmente di prendere il suo posto.
    • Al terzo tentativo, nella serie vediamo ser Brynden strappargli di mano l’arco, nel romanzo, al contrario, è Edmure stesso che gli cede il posto, capendo che altrimenti la barca sarebbe stata troppo lontana.

Jon

  • Nella serie, ci parlano solo ora dei metamorfi, nel romanzo ne abbiamo già sentito parlare e abbiamo già visto Bran con Estate, Jon con Spettro e Arya con Nymeria, quindi abbiamo capito.
    • In più gli stessi Guardiani della Notte avevano notato che l’aquila li stava controllando e che quindi dovesse essere un metamorfo.

  • metamorfo-bruto-orellLa prossima volta che nel romanzo vediamo Jon, è con Tormund che gli sta mostrando i giganti.
  • In amicizia Tormund gli chiede se sia vero che alla Barriera ai corvi tagliano… il loro piccolo amico.
    • Quando Jon gli risponde di no, Tormund allora vuole sapere come mai continui a rifiutare Ygritte.
    • Sono passati molti giorni da quando è arrivato e Ygritte ci prova spudoratamente con lui. Una mattina se la ritrova addormentata addosso e dopo quella volta, ha iniziato a usare Spettro per tenerla a distanza.
    • Jon a questo punto spiega che non vuole avere il rischio di darle un figlio che poi sarebbe stato un bastardo.
      • Tormund non capisce che razza di problemi si stia facendo, visto che i bastardi sono forti come tutti gli altri figli e se anche Ygritte non volesse un bambino, andrebbe da una strega a farsi dare il tè della luna. Insomma, Jon!

  • Nella serie, vediamo il metamorfo Orell ancora in vita, che vede che sul Pugno dei Primi Uomini i Guardiani della Notte sono stati attaccati. Abbiamo visto che Orell è stato ucciso da Jon e che la sua anima è rimasta nell’aquila che adesso odia Jon.
    • L’aquila aveva attaccato Estate, adesso, invece ferisce Jon sul volto e dopo Rattleshirt gli dice che deve andare da Mance.
    • Jon viene a sapere che cosa è successo al Pugno dei Primi Uomini solo quando la carovana di Bruti ci arriva, nella prossima puntata.

Per la cronaca, però, molti dei Bruti viaggiano a piedi, altri hanno carri con dentro tutti i loro averi. Però, quelli che fanno parte dell’esercito di Mance Rayder, viaggiano a cavallo, non a piedi. Ma voglio dire, devono percorrere miglia e miglia e secondo voi vanno tutti a piedi?

Samwell

  • Nel primo capitolo di Sam, di cui abbiamo già parlato, c’è anche il pezzo che vediamo in questa puntata. Sono in marcia da giorni, nella neve alta, con poco cibo e lui rimane indietro.
    • Si sta arrendendo e si accascia nella neve per morire, ma Grenn lo costringe a continuare ed entrambi rimangono indietro, insieme a un altro confratello.
    • Mormont non torna indietro per affidarlo a Chett. Il comandante sarà all’inizio della carovana, nemmeno si rende conto se qualcuno rimane indietro.
      • In più, vorrei sottolineare, che Chett è quello che se l’è fatta sotto ed è scappato quando ha sentito il corno suonare. Direi che ha smesso di fare il gradasso.
      • Ancora una volta, alcuni cavalli li hanno ancora, anche se molti sono morti durante la marcia.
    • Nella serie, abbiamo visto che Sam è stato attaccato da un non-morto e salvato da Mormont e dai suoi confratelli. In realtà Sam viene attaccato solo ora e non da un non-morto, ma da un Estraneo.
    • In Game of Thrones, il primo Estraneo ucciso grazie all’ossidiana lo vedremo solo quando Sam scappa con Gilly.
      • Nel romanzo, invece, Sam si era ricordato di portare via le lame di ossidiana dal Pugno dei Primi Uomini e uccide l’Estraneo col vetro di drago, proprio in questo momento
      • L’Estraneo, tra l’altro non scoppia in mille coriandolini come nella serie tv

L’armatura dell’Estraneo stava liquefacendosi, colando giù a rivoli lungo le sue gambe esili. Pallido sangue azzurro sibilava e ribolliva attorno alla lama nera della daga di vetro di drago conficcata nella cola. Due mani binche come ossa artigliarono la daga, quando le dita toccarono l’ossidiana, si misero a fumare.

[…] osservò l’Estraneo che si scioglieva, riducendosi a una pozza livida, anche quella in progressiva dissoluzione. In venti battiti del cuore, la sua carne svanì, disperdendosi in una impalpabile nebbia biancastra. Al di sotto, c’erano ossa dal colore lattiginoso, pallide e lucide. Ma anche quelle si stavano sciogliendo.

Diverso, vero? Più o meno come la morte di Voldemort nel film e nel libro.

estranei-vetro-di-drago

Bran

  • Finalmente nella serie arrivano Jojen e Meera.
    • In realtà a questo punto del romanzo, loro, Bran e Hodor sono al riparo in una cripta di vecchie rovine.
    • Meera esce a cacciare, Bran rimane per troppo tempo dentro a Estate, mentre Jojen cerca di insegnargli a usare il suo potere e a non perdere sé stesso quando diventa un lupo. In pratica gli dà dei compiti da fare mentre è Estate, ma Bran non riesce mai a eseguirli.
    • Bran lo odia un po’, perché vorrebbe rimanere dentro Estate e perché Jojen non è un metamorfo, quindi pensa che non ne possa sapere tanto della faccenda.

Arya

  • Nel romanzo è molto più chiaro che siamo già in autunno, infatti nelle Terre dei Fiumi piove spesso, i fiumi si ingrossano parecchio.
    • Arya, Gendry e Frittella sono scappati a cavallo da Harrenhal e hanno una mappa.
    • Cercano di seguire i fiumi nel tentativo di arrivare al Tridente e seguirlo verso Nord, ma si sono persi. Più o meno come vediamo nella serie.
  • Prima di incontrare la Fratellanza Senza Vessilli passa un bel po’ di tempo.
  • I primi due giorni hanno cavalcato senza sosta per paura che i Guitti Sanguinari li stessero inseguendo.
    • Decidono di fermarsi perché Arya si è addormentata in sella e Frittella è messo pure peggio.

frattellanza-senza-vessilli-season-3

  • Sentono cantare nel bosco, ma non sono Beric Dondarrion e il Prete Rosso. Per incontrare loro, dovremmo aspettare un bel po’ di tempo.
    • Gli uomini che li beccano dietro al muretto sono Lem, Tom Sette e Arguy. I tre fanno effettivamente parte della Fratellanza Senza Vessilli, ma ci metteremo molto tempo per scoprirlo.
      • Frittella dice il proprio “nome”, mentre Arya e Gendry si fanno chiamare Pulcino e Toro.
  • Capiscono subito che sono scappati da Harrenhal perché hanno sul petto l’emblema dei Bolton.
  • Vanno con loro in una locanda, come vediamo nella serie, e scopriamo essere la stessa locanda in cui si erano fermati Jaime, Brienne e Cleos.
    • Lo capiamo perché Arya nota una barca ormeggiata, proprio quella che Brienne aveva scambiato, e pensa di rubarla. Il piano viene scartato perché dovrebbero andare controcorrente.
    • Così veniamo anche a sapere che Lem, Tom Sette e Arguy erano rimasti senza cavalli perché avrebbero dovuto riprendersi quelli che il locandiere aveva venduto, ma siccome Jaime e Brienne avevano voluto fare un’altra strada, loro sono rimasti a bocca asciutta.
  • Mentre mangiano sentono dei cavalli arrivare, Gendry e Arya si allarmano.
    • Arya vorrebbe provare a scappare, ma viene fermata.
    • Non è il Mastino, quello che entra dalla porta, come vediamo nella serie, ma altri uomini della Fratellanza. Tra loro c’è Harwin, il figlio del mastro dei cavalli di Grande Inverno. Arya, felice di vederlo, gli chiede se la riconosce.
      • Quindi è colpa di Arya se viene presa come ostaggio dalla Fratellanza.

Jaime

  • brienne-di-tarth-jaime-lannisterSiamo allo scontro tra Jaime e Brienne che avviene dentro a un fiume, non su un ponte. Ma come ci siamo arrivati?
  • Sulla strada vengono attaccati da una banda di arcieri. Cleos viene colpito, cade da cavallo, l’animale si imbizzarrisce e corre via.
    • Cleos era rimasto impigliato alla staffa, sbatte la testa, si frattura il cranio e ci lascia le penne. Personaggio inutile, eliminato, fortunatamente.
  • Jaime e Brienne ritrovano il cavallo e il cadavere, Jaime vorrebbe prendere la spada del cugino, ma Brienne non vuole.
    • Jaime la prende lo stesso e i due duellano, appunto, nel fiume, non sul ponte. Quando arrivano i Guitti Sanguinari, Brienne sta tenendo la testa di Jaime sott’acqua, urlandogli di arrendersi.
    • Con loro non c’è Vargo Hoat. A comandare c’è un tipo di nome Urswyck.
    • Nella serie Jaime era stato riconosciuto da un uomo, all’inizio della puntata e Brienne non aveva voluto ucciderlo, così l’uomo aveva detto ai Bravi Camerati dove trovarlo per avere una ricompensa. Nel romanzo, Jaime viene riconosciuto direttamente da Urswyck che poi lo portedà da Vargo Hoat.
    • Si inventa subito la storiella degli zaffiri perché i Guitti avevano già intenzione di stuprare Brienne e poi presumibilmente ucciderla e tenere solo Jaime come ostaggio.

Ci sono alcune scene con Theon, alcune con Margaery e Joffrey, ovviamente sono state tutte aggiunte.

Puntata 3 – Il cammino del supplizio

Cateyn

La puntata inizia proprio con il funerale di Lord Hoster Tully, dopo l’arrivo di Robb e di Catelyn a Delta delle Acque. L’ho ripetuto fino alla nausea, ma non si sa mai: Catelyn è rimasta a Delta della Acque per tutto il tempo dopo essere stata da Renly, mentre Robb era in guerra.

Dopo molto tempo, quindi madre e figlio finalmente si riuniscono.

re-del-nord-e-talisa

  • Robb fa ritorno a Delta delle Acque, prima che Lord Hoster muoia.
    • Poco prima del suo arrivo, Catelyn, dalle stanze di suo padre, nelle quali, vi ricordo, era stata confinata, vede che il contingente di Frey lascia la fortezza.
  • A questo punto, Robb è già stato informato del fatto che sua madre ha fatto scappare lo Sterminatore di Re, ma casualmente decide di essere clemente e la perdona per aver seguito il cuore e aver preso quella decisione.
    • Poco dopo presenta a Catelyn la sua nuova sposa, nella serie Talisa, nel libro Jeyne, e le dice di aver infranto gli accordi che avevano stipulato con i Frey. La sua misericordia che ha mostrato nei confronti della madre è dovuta solo all’amore che prova per lei, ovviamente!
      • Alla fine è Robb che viene sgridato da sua madre per essersi giocato l’amicizia dei Frey.
  • Subito dopo l’arrivo, come vediamo nella serie, Robb sgrida Edmure per aver combattuto i Lannister nelle Terre dei Fiumi, quando i suoi ordini erano quelli di non fare niente.

  • Quando torna a Delta delle Acque, Robb non tiene Vento Grigio sempre con sé perché sua moglie Jeyne Westerling è a disagio e sua suocera ne è terrorizzata.
    • Catelyn non apprezza questa novità e tanto meno è rassicurata dal fatto che il meta-lupo non si fidi dei Westerling.

  • Il funerale di Lord Tully avverrà solamente intorno a pagina 600.
    • A questo punto del romanzo, Richard Karstark ha già ucciso i due giovani Lannister che Robb aveva preso prigionieri ed è già stato giustiziato per questo crimine, nella serie lo vedremo tra qualche puntata.

Tyrion

  • Pycelle è stato tirato fuori dalle celle della Fortezza Rossa e riammesso nel Concilio e come maestro per ordine della Cittadella. Unico ente che ha il diritto di decidere chi sia o non sia adatto a fare il maestro.
    • Hanno scritto che Tyrion non ne aveva l’autorità e l’hanno fatto reintegrare.
  • Nella serie è stato eliminato un pezzo in cui Tyrion parla con Varys.
    • Tyrion sta ancora indagando su Mandon Moore, l’uomo che ha tentato di ucciderlo, e cerca di scoprire anche chi faccia la spia per chi. Potrei mettermi a dire nomi su nomi, ma a questo punto è inutile, ne parliamo quando serve.
  • Tyrion non può parlare con Shae in pubblico e tanto meno andarla a trovare o farla entrare nei suoi alloggi. C’è sempre il rischio che qualcuno possa vederli e riferirlo a Cersei o a Tywin.
    • Ancora una volta viene aiutato da Varys che li fa incontrare nel suo alloggio.
    • Shae è stata fatta entrare da un passaggio segreto sotto il letto dell’eunuco. Il letto è fatto di pietra, ma c’è un meccanismo che lo fa alzare tramite un pulsante, aprendo l’entrata.
    • In ogni caso, Shae non rompe le scatole ed è consapevole che non può essere qualcosa di più per Tyrion, anche se ha sentito parlare del matrimonio di Joffrey e Margaery, che definire lussuoso è poco, e prega Tyrion di farla partecipare, tanto ci saranno tantissimi ospiti e nessuno farà caso a lei.
      • Ad averle parlato delle settantasette portate e di tutto il resto e Symon un cantastorie che adesso lavora per Lady Tanda.

A questo punto della serie, invece, vediamo Ditocorto venire mandato da Lysa Arryn per proporle le nozze.

  • tywin-primo-cavaliereTyrion capisce che Baelish era stato nominato Lord di Harrenhal, anche se la fortezza era in mano agli Stark e forse Ditocorto non ci avrebbe mai messo piede, solo perché il titolo di Lord gli permette di convolare a nozze con Lysa e portare anche gli Arryn dalla parte dei Lannister.
    • L’idea di rendere Tyrion maestro del conio è stata dello stesso Ditocorto.
  • Nello stesso Concilio ristretto, Tywin annuncia le nozze di Tyrion e di Cersei. Ne parleremo più avanti, visto che nella serie hanno voluto posticiparlo.
    • Nell’episodio, invece vediamo Tyrion parlare con Ditocorto prima della sua partenza: un’aggiunta della serie.

Arya

  • La Fratellanza ha scoperto, appunto, che lei è Arya Stark, quindi hanno deciso di portarla da Dondarrion che deve decidere cosa fare con lei.
    • Nella serie vediamo che Thoros è in viaggio con gli altri, ma non credo si allontani mai da Dondarrion, visto che ha questa tendenza di farsi ammazzare spesso (caro Dondarrion, io mi allenerei un pochino di più se fossi in te).
      • In ogni caso sentiamo raccontare degli scontri del Lord della Folgore e di come era stato vicino a morire, ma era sempre stato salvato dalle preghiere di Thoros.
  • Nella serie vediamo Arya cavalcare insieme a Thoros, nel romanzo ha un cavallo proprio e, infatti, tenta di scappare appena può.
    • Viene ripresa da Harwin che le spiega che ormai lui è dalla parte del Lord della Folgore che combatte per il popolino, quindi anche se era fedele a Ned Stark, non può lasciarla fuggire.

Jon

mance-pugno-dei-primi-uomini

  • Raggiungono Mance al Pugno dei Primi Uomini e vedono di persona il massacro che era stato compiuto lì.
    • I cadaveri dei cavalli non sono disposti simpaticamente a giravolta e tra le carogne ci sono anche quelle dei cani.
    • Sul Pugno dei Primi Uomini, tra l’altro, le tende e le fortificazioni che avevano costruito gli uomini di Mormont sono rimaste, visto che i Guardiani sono scappati via in fretta e furia dagli Estranei e dai non-morti. Non ha senso trovarci sono i cadaveri dei cavalli a formare una girandolina!
  • Mance, durante il loro primo incontro, aveva chiesto a Jon quanti fossero i Guardiani della Notte. Vedendo l’accampamento diventa chiaro che Jon avesse mentito sul numero di confratelli rimasti, alzandolo di parecchio.
    • Jon, quindi, viene mandato nella spedizione a Sud della Barriera per dar prova della sua lealtà. Ygritte lo difende e per far credere che avesse rinnegato il giuramento, dice che loro due sono stati insieme. Così viene mandata anche lei al di là della Barriera. Tormund, invece, rimane con Mance.
    • Ygritte, quando rimangono da soli, gli dice che non ha mentito, ha solo tralasciato un pezzo:

«Tu hai detto…»

«… che abbiamo scopato sotto il tuo mantello per molte notti. Non ho mai detto quando abbiamo cominciato, però.» Il sorriso che lei gli rivolse era quasi timido. «Questa notte, trova a Spettro un altro posto per dormire, Jon Snow.

Samwell

Nel film li vediamo arrivare al Castello di Craster. Nel romanzo, quando il capitolo comincia, i Guardiani della Notte sono già arrivati da qualche tempo e sta per arrivare il momento di andarsene.

  • I confratelli hanno iniziato a chiamare Samwell il “Distruttore”, visto che aveva ucciso un Estraneo con il vetro di drago.
    • Sam parla di quello che ha scoperto con Lord Mormont che allora pensa che i Guardiani dovrebbero essere muniti di almeno un’arma di ossidiana da quando prestano giuramento.
    • Samwell gli spiega che non accade perché non ne erano a conoscenza, ma il Lord Comandante sostiene che, invece, avevano lasciato che quelle informazioni venissero dimenticate e si erano scordati quale fosse la loro vera missione. Una muraglia di settecento metri non può essere stata costruita solo per proteggersi da altri uomini.
  • Durante la loro permanenza da Crater, molti uomini muoiono. Erano arrivati feriti e allo stremo delle forze, con il poco cibo che Craster dà loro, non riescono a guarire.
    • Craster, come nella serie, dice a Mormont che è il momento di levare le tende, i suoi uomini non si sarebbero ripreso più di così e se non ha il coraggio di uccidere quelli che stanno per morire, basterà lasciarli lì e ci penserà lui.

ramsay-snow-theon-greyjoyA questo punto della serie, veniamo riportati a Forte Terrore, dove Theon viene torturato da Bolton. Come ho già scritto, tutti questi pezzi nel romanzo non li troviamo, tuttavia, in un successivo libro, quando finalmente torniamo da Theon, questo ci racconta delle varie prove a cui è stato sottoposto.

  • Effettivamente a Theon era stato permesso di scappare, come vediamo in queste scene. Nel romanzo, però, Theon sa già chi è Ramsay Bolton. Ramsay, infatti, era a Grande Inverno sotto il nome di Reek e aveva servito Theon, finché non ha potuto rovesciarlo, rivelando anche la sua vera identità (lo potete trovare nella parte 3 della seconda stagione).
    • Per imbrogliare Theon, allora, Bolton manda nella sua cella Kyra, la prostituta che piaceva a Theon e che vedremo meglio nella prossima stagione. Lei gli aveva chiesto di salvarla e riportarla a Grande Inverno.
    • Theon aveva provato a scappare con lei, ma Bolton lo aveva ripreso e punito perché aveva fallito la prova.

Altra aggiunta della serie: vediamo Melisandre lasciare Roccia del Drago, senza voler rivelare nemmeno allo stesso Stannis dove stia andando. Sappiamo solo che deve procurarsi il sangue di un re, lo stesso sangue di Stannis per poter compiere i sacrifici al signore della luce. Nelle prossime puntate, vedremo che cosa succede, anche se potete immaginarlo da soli e potete già capire le differenze dal libro.

Daenerys

  • Come ho già detto, essendo Daenerys la narratrice del capitolo, sappiamo che quando offre il suo drago in cambio di tutti gli Immacolati, non è un bluff.
    • È seria, fino alla fine del capitolo e si sente in colpa per quello che sta facendo, anche se alla fine dice al drago di attaccare. Nella serie, sembra che abbia già pensato a tutto fin dall’inizio.
  • Missandei, inoltre, non la richiede Daenerys, ma le viene regalata dagli schiavisti perché le possa fare da interprete con gli Immacolati.

Jaime

  • Nello stesso capitolo in cui c’è lo scontro con Brienne e in cui i Guitti Sanguinari li trovano, vediamo Brienne e Jaime venire portati da Vargo Hoat.
    • Jaime gli offre di tornare a schierarsi coi Lannister, Vargo Hoat non finge di essere d’accordo con lui, come nella serie, ma dice qualcosa ai suoi che prendono Jaime.
    • Il capitolo si conclude con l’urlo di Jaime quando la spada cala, ma non sappiamo che cosa gli abbia fatto.

Non perde la mano dopo aver salvato Brienne dallo stupro. Avendo già raccontato la storia degli zaffiri, Vargo Hoat aveva ordinato che nessuno le facesse del male. Quindi, durante la notte, quando gli uomini cercano di prenderla, Jamie si mette a urlare “Zaffiri” e Vargo Hoat ferma i suoi uomini. Questo, però, succede nel capitolo dopo, quando ha già la mano mozzata.

Il motivo di questa mutilazione voluta da Vargo Hoat, detto anche Lord Caprone, ce la spiegherà Roose Bolton nella prossima puntata.

Potete leggere anche:
Dal libro alla serie: Terza stagione – Parte 2/3
Dal libro alla serie: Seconda stagione – Parte 1/3
Curiosità: Libro Terzo
15 personaggi ancora in vita nel romanzo (video)

Ora tocca a voi, ditemi che cosa ne pensate di queste differenze e se ne ho tralasciate alcune che secondo voi sono importanti.

Se volete rimanere aggiornati andate a mettere un mi piace alla pagina Facebook o seguitemi su Instagram o sugli altri social che trovate sulla destra (o in alto).

Alle.


Se siete interessati a comprare i libri o i dvd, e aiutare anche me, li lascio i link qui sotto:

Tempesta di spade – Amazon, Feltrinelli
I fiumi della guerra – Amazon, Feltrinelli
Il portale delle tenebre – Amazon, Feltrinelli

curiosità-game-of-thrones-libro-3

Il Trono di Spade – Libro Terzo- Amazon, Feltrinelli

dal-libro-alla-serie-game-of-thrones-terza-stagione

Il Trono di Spade – Terza Stagione – Amazon, Feltrinelli


No votes yet.
Please wait...
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *