Cinquanta Sfumature di Rosso

recensione-cinquanta-sfumature-di-rosso

Recensione: Cinquanta sfumature di rosso

Introduzione

Io l’ho chiamata “recensione” giusto per dare un senso di ordine, ma in realtà sarà un discorso più o meno a caso su ciò che mi è venuto in mente guardando questo film.

Per quanto sia significativo, potevo anche evitare di guardarlo, ma avevo iniziato in un’eccesso di follia e masochismo, due anni fa e ora ho dovuto concludere.

Potete leggere anche:
Cinquanta sfumature di grigio
Cinquanta sfumature di nero

Il romanzo è stato pubblicato nel 2012 da E L James che ha realizzato una funfiction erotica e imbarazzante, per molti motivi, di Twilight.



I riferimenti a Twilight sono davvero evidenti, soprattutto adesso che l’ho visto di recente.

In ogni caso non siamo qui per discutere di quanto sia assurda la fama di questa storia, ma per vedere come si è conclusa questa trilogia (finalmente).

Commenti e critiche

Farò spoiler, ma tanto non c’è veramente niente con cui emozionarsi, perché la parte thriller della trama è una specie di extra, per il resto assistiamo ad una “normalissima” vita matrimoniale di due persone.

Le virgolette sulla parola normale, non sono per la loro teoricamente particolare attività sessuale, ma per il patrimonio di Mr Grey che di certo non è da tutti.

Cinquanta sfumature era noto per il fatto che Christian fosse un dominatore che pratica bondage e cose del genere, ma la verità, al cinema per lo meno, è che i due fanno sesso come una coppia come un’altra.

Niente di più, a parte che ogni tanto la lega, solo per poi rimettersi nella stessa identica posizione di tutte le altre volte e che ha i soldi per avere un’intera stanza piena di sextoy e attrezzature.

Insomma due ore della mia vita buttate per osservare la vita matrimoniale di due persone abbienti.

In quest’ultimo film, infatti, i momenti in cui Christian si comporta da pazzo psicopatico ci sono, ma sono molto meno inquietanti, quasi insignificanti.

Non c’è niente di interessante, non il sesso, non la loro storia, non il fatto che Jack Hyde che vuole vendetta perché secondo lui gli hanno rovinato la vita.

È tutto assolutamente noioso.

In un film di tutt’altro genere le scene di sesso sono pure più interessanti, ad esempio Amore e altri rimedi, molto meglio, così come la trama principale.

Anastasia Steele ci prova!

C’è da dire, però, che ogni tanto, in questo ultimo capitolo, Anastasia mostra un po’ di amor proprio, anche se poi quasi ogni suo tentativo fallisce miseramente o alla fine la dà vinta a suo marito.

Vediamo molte scene in cui una bella sfuriata ci sarebbe stata proprio bene, ma non succede.

Un esempio per tutti: quando Christian si presenta nell’ufficio di Anastasia e letteralmente caccia il suo cliente e lei glielo lascia fare.

Certo, dopo dice che serve il compromesso e non cede (subito) sull’usare il cognome Grey a lavoro.

Rimane il fatto, però, che gli ha permesso di entrare mentre lei parlava con un cliente e non si è arrabbiata.

Vogliamo parlare della scena patetica in cui le permette di guidare?

Una grande conquista.

In poche parole, Anastasia rimette al proprio posto un’architetto (non è che non so usare gli apostrofi, è che è un’architetto donna, ma l’italiano non mi aiuta) con le mani lunghe e quando devono tornare a casa, Christian le dà le chiavi della macchina.

Come a dire: “Ecco qui, brava, adesso puoi guidare”, tipo croccantino quando il cane ti obbedisce.

Grazie Christian, che gentile.

Ma poi è assurda la quantità di volte in cui lei riesce per un motivo o per l’altro a sedersi in braccio a lui… ma non le hai delle sedie, per l’amor del cielo?

Oppure quanto riescano ad abbracciarsi, toccarsi, baciarsi e via dicendo, in situazioni in cui assolutamente non ce ne sia bisogno. Sembrano attaccati con l’Attack!

Senza contare tutte le scene studiate per mostrare le tette di Anastasia, soltanto in una o due di queste stavano avendo un rapporto. Le altre sono completamente a caso.

Anche E L James ci ha provato…

Il colpo di scena di questo film, oltre allo psicopatico di turno che perseguita Grey, è che Anastasia rimane incinta.

Ne avevano parlato, dopo il matrimonio, già questa è una cosa assolutamente normale.

Ha problemi con i bambini, non è pronto a condividere sua moglie con qualcun altro e ha paura che Anastasia scelga loro al suo posto.

Detto così, può sembrare da fuori di testa, ma in realtà credo siano paure piuttosto comuni tra i futuri padri, anche per quelli che l’hanno scelto.

In questa situazione particolare, inoltre, avevano deciso insieme di non averne per il momento, ma Anastasia è troppo scema per capire che le iniezioni contraccettive funzionano solo se uno le fa.

E il bello è che mentre litigano se ne esce pure con la frase: “i bambini arrivano quando si fa sesso e si dà il caso che noi ne facciamo parecchio”.

No, Anastasia, i bambini non arrivano se usi una cazzo di contraccezione, nella maniera giusta. E se fossi stata in lui anch’io avrei sclerato male.

In ogni caso, la reazione del nostro Mrs Grey nel film è assolutamente comprensibile, soprattutto se la paragoniamo a quella nel libro, che è qualcosa del tipo: “Lo hai fatto apposta, vaffanculo”.

Un miglioramento del personaggio, insomma.


Generici Statici Image Banner 760 x 54


Il gran finale

Arriviamo al finale e chiudiamo una volta per tutte questa storia.

Anastasia viene contattata da Jack Hyde, che ha rapito la sorella di Christian e vuole cinque milioni di dollari.

Riesce a prenderli tutti in banca in un’ora, considerando che in banca non tengono davvero tutti i soldi che la gente vi ha depositato, in contanti, questa parte è davvero realistica.

In ogni caso, il direttore chiama Christian, Anastasia non vuole spiegargli che cosa sta facendo e lui pensa che lei voglia lasciarlo.

In un atto di generosità e preoccupazione, però, ordina di darle tutto quello che vuole.

Tralasciando l’assurdità di questa parte, Jack si prende i soldi, scappa, Anastasia viene ferita.

Dopo questo spavento sia per lei che per il bambino, Christian capisce che lo vuole e che saranno una famiglia e cazzate varie.

Qui, con un tocco di classe, hanno montato in maniera orrenda, alcune scene dei film precedenti e alcune di questo film… assurdo.

Tra le tante cose, questa è una delle cose che è stata ripresa da Twilight, peccato che lì aveva un senso perché per la prima volta Bella riusciva a farsi leggere nella testa da Edward… qui no. È inutile.

Conclusioni

Ora che finalmente questa trilogia è conclusa, posso dimenticarmene, come già ho fatto per i libri che ho letto perché ne parlavano tutti e volevo sapere il motivo. La curiosità mi ucciderà prima o poi…

Un ringraziamento finale a E L James che ha dato inizio alla pubblicazioni di funfiction di cui potevamo fare assolutamente a meno.

O che potevamo già trovare gratis su internet.

Si potevano dire molte altre cose, ma tanto non sarebbe davvero utile a nessuno.

La mia disavventura è finita, spero che non cerchino di fare altri soldi, come stanno facendo coi libri dal punto di vista di Christian e per ora è tutto.

Commentate, condividere e se volete rimanere aggiornati andate a mettere un mi piace alla pagina Facebook o seguitemi su Instagram o sugli altri social che trovate sulla destra (o in alto).

Alle.


Se siete masochisti come me, potete trovare i libri e i dvd qui:

fifty-shades-film

Cinquanta Sfumature di Grigio: RomanzoAmazon, Feltrinelli – DvdAmazon, Feltrinelli

Cinquanta Sfumature di Nero: RomanzoAmazon, Feltrinelli –  DvdAmazon, Feltrinelli

recensione-cinquanta-sfumature-di-rosso

Cinquanta Sfumature di Rosso: RomanzoAmazon, Feltrinelli, –  DvdAmazon, Feltrinelli


No votes yet.
Please wait...
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *